Richiedi informazioni

 

Pagine Facebook: l’importanza della provenienza dei Like

Tempo di lettura: 2 minuti

La prima cosa che si fa quando si apre una Pagina su Facebook è in genere sempre la stessa: invitare tutti i propri amici a mettere il “mi piace”, un po’ per far conoscere anche a loro la nuova attività, un po’ per aumentare il numero di like con cui ci si presenta.

Sappiamo tutti quanto sia importante mostrare una pagina seguita da tantissimi utenti; tuttavia non bisogna mai dimenticare quanto sia ancor più rilevante avere i contatti giusti, quelli più in linea con il target di riferimento.

È bene quindi riflettere quando ci si trova davanti a “Invita i tuoi amici a mettere ‘Mi Piace’ a questa pagina”, perché, oltre all’aspetto positivo di vedere aumentare il numero dei contatti, ci sono ripercussioni che vanno considerate. Una parte degli amici che deciderà di seguire il consiglio, infatti, lo farà più perché interessata alla persona che non all’attività svolta: questo potrà avere delle conseguenze sia sui dati forniti a Facebook che sulla possibilità di raggiungere nuove persone.

Partendo dai dati, rischia di aumentare la percentuale di utenti che oscureranno i contenuti sulla propria bacheca: un amico non davvero interessato difficilmente toglierà il like, ma nessuno gli impedirà di eliminare gli aggiornamenti dalla propria news feed, o molto più spesso di non interagire con i post. Questo porterà ad un calo della reach che, secondo Andrew Hutchinson di Social Media Today, sarebbe trasformata da Facebook in una minor presenza dei post negli aggiornamenti dei contatti.

Un’ulteriore conseguenza di un pubblico non in target si trova nell’acquisizione di nuovi contatti: si sa infatti quanto sia importante che una persona condivida un contenuto perché questo aumenta le possibilità del post di essere visto e di raggiungere più persone, portandole nella migliore delle ipotesi a cliccare su “mi piace”. Più gli utenti saranno effettivamente interessati ai contenuti pubblicati, più li condivideranno e faranno conoscere la pagina ad altre persone; se questo accade solo in minima parte, ecco che allora diventerà molto più difficile poter contare su questo strumento di diffusione.

Questo vuol dire che non bisogna avere amici o parenti nel pubblico della propria pagina? Ovviamente no, soprattutto se rappresentano una percentuale minore rispetto al totale dei contatti. Il consiglio è quello di considerare anche tra queste persone quelle che potrebbero essere più interessate ai contenuti proposti e puntare maggiormente su di loro.