Richiedi informazioni

Scrivere per il web: i 5 passi fondamentali

Tempo di lettura: 3 minuti

Ad oggi un gran numero di persone, per lavoro o per hobby, decide di buttarsi nel mondo della scrittura per il web; spesso, tuttavia, lo si fa senza avere delle direttive precise e senza conoscere alcune delle regole fondamentali che permettono ad un blog di emergere rispetto agli altri. Per capire cosa voglia dire scrivere per il web, cominciamo dalle basi: che cos’è un blog?
Versione contratta del termine “web-log”, quindi una sorta di diario in rete, il blog è un sito internet, o una parte di un sito, in cui gli articoli (i “post”) che il blogger scrive vengono presentati dal più recente al più datato, con una visione che privilegia l’aggiornamento rispetto alla storia cronologicamente intesa.

Soprattutto all’inizio degli anni 2000 moltissimi siti e piattaforme proponevano una loro versione di blog per gli utenti, personalizzabile e adattabile ad ogni tipo di esigenza: per questo motivo, ma non solo, l’esperienza “blog” è stata condivisa da migliaia di utenti, uniti dall’idea che questo fosse, in definitiva, la versione informatica di un diario da condividere con tutti.

 

Questa visione, come ben sappiamo, ha portato poi alla nascita dei social network, grazie ai quali la condivisione dei contenuti ha acquisito un significato ancora più rilevante.

I blog sono sopravvissuti a questo cambiamento e hanno trovato una loro dimensione diventando altamente specializzati (quelli legati ad un ambito specifico, spesso frutto della collaborazione di più persone, sono sempre più presenti sul web) oppure comparendo come sezioni di siti professionali. I blog personali esistono ancora, ovviamente, ma in tutti i casi è necessario essere sempre più accattivanti e originali per distinguersi all’interno di un mercato in cui chi vuole “semplicemente” condividere usa ben altri strumenti. Bisogna avere qualcosa in più per scegliere di scrivere per il web e farlo con successo: ma soprattutto è necessario sapere come farlo.

Quali sono i 5 step più importanti da seguire?

  • Elaborare una linea editoriale: è necessario avere un piano generale ancora prima di iniziare a pubblicare i contenuti. Vanno considerati diversi fattori, ma soprattutto bisogna fare un’attenta riflessione sul target di pubblico che si vuole raggiungere.
  • Darsi delle regole per i contenuti: scrivere per il web non è come scrivere per il cartaceo. I tipi (e i tempi) di lettura sono profondamente diversi, e questo influenza giocoforza anche la produzione stessa dei post. Tenere alta l’attenzione del lettore è una sfida continua.
  • Lavorare sulle impostazioni grafiche dei post: tra regole fisse e valutabili, ciò che conta è offrire ai lettori dei contenuti che siano visivamente omogenei e coerenti. Grassetti, corsivi, paragrafi, titoli: tutto può concorrere a tenere il lettore attaccato allo schermo fino alla fine del post.
  • Ottimizzare: la SEO (Search Engine Optimization) è costituita da una serie di fattori su cui bisogna lavorare per far sì che i contenuti di un sito siano presenti e ben visibili nella SERP, ovvero nella pagina dei risultati di un motore di ricerca.
  • Condividere sui social: la condivisione è l’esigenza di base da cui sono nati i blog, come abbiamo potuto vedere. Ma ad oggi questa attività ha assunto anche forme diverse, che possono a loro volta essere utilizzate per permettere ai contenuti di un sito di raggiungere più persone possibili: perché non approfittarne?

 

Nei prossimi articoli parleremo più in dettaglio di questi 5 punti e di come sfruttarli per imparare a scrivere per il web.