Richiedi informazioni

Seguici su:

 

YouTube Connect: una nuova app per il live-streaming

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo Instagram con i suoi filmati da 60 secondi e Facebook Live con le sue dirette streaming, arriva un’ulteriore novità nell’ambito video, che sembra essere il campo di sperimentazione principale di questo 2016: si tratta di YouTube Connect, una nuova app di live-streaming che mira a riportare la piattaforma di San Bruno sul trono da cui era partita.
Già, perché YouTube, fondata nel 2005 e proprietà di Google dal 2006, è la vera madre di tutte le piattaforme e app dedicate alla diffusione su larga scala di video e filmati amatoriali (e non solo); da quando tuttavia molti altri, inclusi i social network, hanno cominciato a dedicarsi allo stesso ambito – Periscope, Snapchat, Facebook Live, ad esempio – a YouTube sembrava mancare quella marcia in più per mettersi di nuovo in corsa e soprattutto in competizione con tutti gli altri.

Google non ha ancora voluto commentare questa novità, che probabilmente verrà presentata nel periodo della conferenza per gli sviluppatori Google I/O di maggio, ma ci sono già parecchie indiscrezioni a riguardo. YouTube Connect avrà con ogni probabilità le stesse funzionalità di altri sistemi di live-streaming, soprattutto per quanto riguarda chat e tag. Si accederà a questa app sfruttando le credenziali di Google e di Youtube e si potrà sin da subito girare video in streaming, che saranno disponibili sia sull’app che sulla pagina dell’utente. I broadcast, come succede per Facebook Live, verranno salvati sul canale ma ci sarà anche la possibilità di eliminarli subito dopo la trasmissione. L’app avrà inoltre una sua newsfeed, che permetterà a tutti gli utenti di vedere gli ultimi video dei canali a cui ci si è iscritti.

La competizione tra Facebook e Google non sembra quindi accennare a diminuire, e questo non può che portare ad un ambiente innovativo e produttivo. Le conseguenze sono ovviamente visibili – pare infatti che su YouTube Connect non ci sarà la possibilità di condividere i video su altri social –, ma a parte questo appare ormai evidente come la concorrenza tra i grandi colossi continui ad apportare importanti cambiamenti nel mondo web e social, che in questo 2016 promette tante allettanti novità.