Richiedi informazioni

 

Come scrivere un titolo efficace per un articolo

Tempo di lettura: 3 minuti

Quando si parla di contenuti bisogna sempre chiarire una sostanziale differenza tra ciò che è cartaceo e ciò che è online: se infatti le regole di base possono essere anche molto simili, sono tantissimi i fattori peculiari che di fatto certificano come scrivere per il web e scrivere per un giornale siano due cose molto diverse.

Pensiamo al titolo: è vero che in entrambi i casi lo scopo è quello di colpire il lettore e di dare informazioni sostanziali su quanto è contenuto nell’articolo, ma quando si scrive per il web il titolo deve possedere un’efficacia maggiore, che permetta a quel determinato contenuto di emergere rispetto agli altri e soprattutto di catturare l’attenzione del lettore.

È infatti questo il punto più importante: l’utente che naviga su internet è letteralmente circondato di input e contenuti e soprattutto non ha il tempo sufficiente per leggere tutto; deve quindi operare una scelta, selezionando rapidamente quale link aprire e quale no, quale notizia leggere in modo completo e quale in modo superficiale.

Si tratta di decisioni che spesso non sono razionali, ma che  poggiano sul semplice interesse scaturito dal primo contatto che il lettore ha con quel contenuto: ecco perché un titolo efficace, che colga l’attenzione del lettore e lo porti ad aprire e quindi a leggere quell’articolo, si rivela un elemento fondamentale nell’intera elaborazione del contenuto.

Ecco quindi alcuni suggerimenti per elaborare un titolo ad effetto:

– Far capire di poter essere utili
: scrivere come titolo una sorta di risposta ad una domanda che in tanti si pongono è un modo molto efficace per attirare l’attenzione. Tutte quelle frasi che iniziano ad esempio con un “Come fare per” di fatto stanno già offrendo una soluzione a chi la sta cercando. Un’alternativa è quella di porre direttamente la domanda, sfruttando quindi le richieste che vengono effettuate dagli utenti sui motori di ricerca.

Usare i numeri: se si utilizzano elenchi numerati all’interno di un articolo, il titolo può presentare il numero preciso. Scrivere ad esempio “5 modi per risparmiare sulla spesa” dà contemporaneamente l’idea di un articolo veloce, pragmatico e soprattutto utile, senza contare che gli utenti hanno una predilezione per tutto ciò che spiega qualcosa in modo schematico: elenchi e scalette danno un’idea di rapidità che ben si concilia con lo scarso tempo a disposizione del lettore.

Avere nel titolo la keyword con cui si sta lavorando: questo è ovviamente fondamentale a livello SEO per l’ottimizzazione, ma anche per l’utente, che troverà subito l’argomento di cui si parla nell’articolo. Il titolo, per essere efficace, deve infatti contenere il tema trattato, facendo capire di cosa si parla e al contempo invogliando il lettore a leggere tutto per scoprirne di più.

Ricordarsi di non esagerare: la linea di demarcazione tra attirare l’attenzione e indurre le persone ad aprire l’articolo in modo ingannevole è molto netta e non bisognerebbe mai valicarla.
Il clickbaiting, che porta a titoli come “Clicca qui per scoprire…”, “Non indovinerai mai cosa si nasconde in questa foto!” e simili, è una pratica scorretta, che gioca sull’aspetto sensazionale/emotivo del pubblico con l’unico scopo di portare visite ad un determinato sito; non è solo un metodo deprecabile, ma è persino sconsigliato, dato che alla lunga anche i lettori preferiscono evitare questo genere di articoli.