Richiedi informazioni

 

Marketing e psicologia dei colori: quanto influenzano gli acquisti?

Tempo di lettura: 3 minuti

La scelta dei colori incide, e non di poco, nelle strategie di marketing.

Anzi, possiamo dire che rappresenta un aspetto essenziale nello studio dell’immagine di un prodotto o di un brand. Il colore è, infatti, l’elemento che consente di distinguersi, di farsi notare e riconoscere.

Ma come influenza le vendite? A spiegarlo è la psicologia dei colori.

L’aspetto visivo è la prima prerogativa sensoriale che attira l’attenzione di un potenziale acquirente. È la caratteristica che più di ogni altra colpisce, spesso anche a distanza spaziale, rispetto ad altri tratti distintivi di un prodotto (ad esempio quelli tattili o olfattivi).

In quest’ottica, il colore gioca un ruolo essenziale poiché, a seconda delle varie tonalità, comunica  emozioni diverse cliente, ancora di più nell’e-commerce dove, quando si sceglie un prodotto, vengono completamente a mancare i risvolti tattili e olfattivi.

Ogni tonalità cromatica ha determinate proprietà, ecco quali.

Blu / azzurro
Il blu è un colore che trasmette fiducia, sicurezza e affidabilità. Non a caso, viene diffusamente usato negli ambiti medicale e bancario. Il blu è anche il colore della pace e della serenità.

Nero
Il nero è un colore che esprime eleganza ed è utilizzato per attribuire profondità, creando contrasto con le altre tonalità. Viene generalmente usato per i prodotti di lusso e nell’alta moda.

Rosso
Il rosso, primo colore dell’arcobaleno, trasmette energia e viene associato a un temperamento acceso e passionale. Allo stesso tempo, però, fin da piccoli lo consideriamo come un campanello di allarme (segnali di divieto, semafori ecc).

Giallo
Il giallo è il colore più vicino al sole e attira per il suo calore e la sua luminosità. È simbolo di azione e intelligenza, oltre a rappresentare una tonalità ottimistica e giovanile. Viene spesso utilizzato per catturare l’attenzione dei clienti.

Arancione
L’arancione è una tonalità cromatica vitale che comunica sensazioni positive, come creatività ed entusiasmo. È il colore ideale per la call to action e per invitare il cliente all’acquisto.

Verde
Il verde è il colore della natura. È associato alla tranquillità, alla calma, all’equilibrio e alla riflessione. Viene perciò utilizzato con frequenza quando si vuole comunicare una sensazione di rilassamento o quando è necessaria una forte associazione con il mondo naturale (ad esempio nei prodotti bio, vegan e salutisti).

Viola
Il viola è il colore della spiritualità. Viene usato per rilassare e calmare. Per questo motivi si trova spesso nei prodotti di bellezza, anti-aging o nel mondo ecclesiastico.

La scelta dei colori è anche legata a determinati comportamenti d’acquisto. Tonalità come il rosso e l’arancione, per esempio, sono connesse all’acquisto impulsivo mentre il blu è collegato ad un acquisto fondato sul risparmio.

Conoscere il significato psicologico dei colori rappresenta, quindi, un elemento strategico imprescindibile di cui tener conto nel momento in cui si studia la Brand Identity per riflettere l’essenza e i valori che un marchio desidera trasmettere.